Rambutan (Nephelium lappaceum)

Rambutan (Nephelium lappaceum)

Francese: ramboutan; Inglese: rambutan, Spagnolo: rambutàn; Tedesco: rambutan.

Caratteristiche generali

Il rambutan è il frutto dell’omonimo sempreverde della famiglia delle Sapindaceae. L’albero di rambutan puà raggiungere anche i 20 metri d’altezza, ha foglie pennate e chioma particolarmente densa.

Il frutto è una drupa di diametro 3-6 cm circa, ha colore giallo o rosso e forma che oscilla tra lo sferico e l’ovale. La superficie della drupa è ricoperta da caratteristici peli. La polpa del frutto è bianca e profumata.

Il rambutan è originario della Malesia, ma coltivato in diversi paesi tropicali.

Varietà esistenti

Si conoscono più di 200 cultivar di rambutan, sviluppate dalle diverse varietà coltivate in Asia.

Stagione e diffusione

Il rambutan è una delle piante da frutto più diffuse in Asia. E’ coltivato in modo intensivo nei paesi tropicali, ed in particolare in Cambogia, in Africa, ai Caraibi, nell’America Centrale, in India, in Indonesia, nelle Filippine, in Thailandia, alle Hawaii.

Gli alberi di rambutan sono inoltre delle ottime piante ornamentali, per il sicuro effetto scenico dato dall’abbondanza di frutti rossi.

Valori nutrizionali e Proprietà

Questo singolare frutto ha un contenuto elevato di vitamina C che lo rende un ottimo antiossidante. Contiene, inoltre, calcio e fosforo.

100g di rambutan apportano circa 64 Kcal.

Raccolta e Conservazione

L’albero fiorisce da marzo a maggio e anche da agosto ad ottobre. Un solo albero è in grado di produrre migliaia di piccoli frutti.

In Italia si può trovare il rambutan durante tutto l’anno. Il frutto va acquistato quando le estremità della caratteristica peluria hanno ancora colore verde, e si conserva a temperatura ambiente, per circa una settimana.

Principali impieghi in cucina

Il rambutan si consuma principalmente al naturale, privandolo del guscio e del seme centrale ed estraendone la polpa bianca, particolarmente dolce e dal caratteristico profumo.

E’ ottimo per preparare marmellate o per dolcificare il the.

Note e curiosità

Gli alberi di rambutan possono essere maschili (quando producono soltanto fiori), femminili o ermafroditi (producono fiori femminili ed una piccola percentuale di fiori maschili).

La parola malesiana rambut siginfica “capelli”.

[photo | Flickr]