Mango (mangifera indica)

Mango (mangifera indica)

Inglese: mango; Francese: manguier; Spagnolo: mango; Tedesco: mango.

Caratteristiche generali

Il mango è una pianta tropicale sempreverde della famiglia delle anacardiaceae. La pianta ha foglie appuntite e produce grossi frutti ovoidali, con polpa di color giallo-arancio e buccia dalle gradazioni variabili (rossa, gialla, verde o mista).

Stagione e diffusione

Originario dell’ India, della Birmania e della Malesia, il mango fu esportato in Brasile dai portoghesi nel ‘600, ed è attualmente diffuso nei principali paesi tropicali. In Italia è coltivato in Sicilia e Calabria.

Varietà

Due sono le principali sottospecie del mango:

il Camboya, di origine filippino-indonesiana, che produce frutti dolci dalla buccia tendente al verde;

il Mulgoba, di origine indiana, i cui frutti possono assumere diverse colorazioni ed hanno forma più grossa.

Tante, invece, le varietà, tra le quali la Haden, la Tommy Atkins e la Kensington, coltivata anche in Italia.

Proprietà

Il mango è ricco di Vitamina A, Vitamina C, fibre, potassio e calcio. E’inoltre un’ottima riserva di betacarotene e ha proprietà antiossidanti, lassative e diuretiche.

Conservazione

Il mango va mantenuto a temperatura ambiente finchè non si riscontri una consistenza morbida, quindi lo si priva della buccia tagliandolo in due parti. Il sapore della polpa può variare notevolmente a seconda della specie o varietà.

Principali impieghi in cucina

In cucina il mango è tra i principali ingredienti del chutney, tipico condimento indiano per carni. Per via del sapore agrodolce, comunque, ben si sposa con piatti dolci e salati.

Ricette a base di mango possono includere carne, pollo, pesce in combinazione con altri frutti tropicali. Inoltre entra a meraviglia in piatti a base di zafferano, curry, cannella e chiodi di garofano.

Infine, possiamo farne sorbetti, macedonie, torte o semplicemente consumarlo fresco.

Note e curiosità

Gli indù considerano sacro il frutto del mango, e ricorrono alle foglie della pianta per adornare i templi o farne ghirlande da appendere all’ingresso delle case. Nel paese sono conosciute ed utilizzate più di 100 varietà.

La leggendaria cosmografia induista dei dvipa, i continenti mitologici che avvolgono il Monte Meru, identifica come territorio centrale il Jambu-dvīpa, o continente del mango (melarosa).

[photo | Flickr ]