Tacchino di Natale alle castagne

 
Muriel de Toledo
25 novembre 2008
1 commento

 castagne arrostite Tacchino di Natale alle castagne

Certe cose non si possono modificare, devono restare immutabili anno dopo anno a rischio di passare feste natalizie coi musi lughi. Nella mia famiglia la cena di Natale deve assolutamente includere il Tacchino ai Marroni, essere preceduto da Foie Gras e seguito da una Mousse al Cioccolato al Gran Marnier. Impossibile cambiare menu e, se posso al limite fare innovazioni nei piattini di contorni, stuzzichini ed insalatine varie, guai a sostituire uno dei tre elementi principali del menu di Natale!

 25 12 06 1336 Tacchino di Natale alle castagne

Tacchino di Natale ai marroni

Ingredienti per 10 persone:

1 tacchino di 4 kg | 500 gr salsiccia fresca piccante | 300gr carne di manzo trita | 250 ml panna | 125 ml cognac o brandy | 3 foglie di alloro | Timo, maggiorana, salvia | 4 spicchi di aglio | 1 cipolla grossa | 1 peperone rosso | 1 uovo | Sale e pepe q.b. | 2 scatole (alte) purè di marroni (attenti a non prendere quella dolce con la vaniglia!) | 2 scatole (alte) di marroni interi in acqua.

Preparazione:

Lavare bene ed asciugare il tacchino; rimuovere il fegato, i rognoni ed il cuore; ripulirli dall’eccesso di grasso e tritarli grossolanamente.
In un grosso recipiente unire la carne di manzo, la carne di salsiccia, le interiora del tacchino, l’uovo, la panna, il cognac, il peperone, la cipolla e l’aglio tritati, le spezie e le 2 scatole di purè di marroni. Mischiare bene fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiustare di sale e pepe. Coprire con un film alimentare e refrigerare un paio d’ore.
Munirsi di un ago grosso da cucina e di filo per ricucire il ventre del tacchino una volta farcito poi preparare il tacchino alla farcitura.
Munirsi di un cucchiaio e passarlo, parte concava verso la carne del tacchino, sotto la pelle, cominciando dai petti e via a via allargandosi verso le ali e le coscie. Si devono infatti creare delle tasche che riempiremo di farcitura e che insaporiranno cosi la carne del tacchino mantenendone una consistenza morbida fino alla fine. Girare il tacchino e ripetere l’operazione sul dorso; il gozzo pure verrà riempito di farcia ed in seguito ricucito.
Aggiungiamo ora alla farcitura refrigerata le due scatole di marroni interi, scolati, mantenendo da parte una decina di marroni interi.
Farciamo il tacchino prima nella pancia, poi a cucchiaiate, spingendo la farcia sotto la pelle con le dita. Il tacchino raddoppierà di volume sotto i vostri occhi. Infilate la farcia in ogni angolo libero e fatene uno strato omogeneo tutto intorno. Prima di ricucire l’apertura della pancia posate sulla farcia alcuni marroni interi; girate ora il tacchino e riempite il gozzo nello stesso modo, posateci sopra i marroni restanti e ricucire bene anche quello.
Frizionare l’esterno del tacchino con la farcia restante mischiata ad un poco di sale grosso e olio di oliva e posarlo su una piastra da forno oleata, prendendo cura di coprirlo con della carta stagnola.
Infornare per 1 ora a 250 gradi C e ridurre in seguito a 185 C per almeno 4-5 ore prendendo cura di aggiungere un po’ d’acqua sul fondo se necessario; calcolate 1 h/kg di tacchino + 1,5 h per la farcia.
Quando la carne del tacchino comincia a ritirarsi dalle ossa delle zampe è segno che il tacchino è quasi pronto, quindi potete togliere la stagnola e lasciarlo imbrunire, sempre a fuoco moderato.
Sempre punzecchiare il petto del tacchino prima di servirlo in tavola e controllare il colore del liquido che ne fuoriesce: se è ancora rosa vuol dire che non è cotto, se è trasparente invece è pronto. Altro segno di cottura è quando le zampe si staccano facilmente dal resto del corpo.

Apprezzerete meglio questa ricetta cucinando questo tacchino un’ora in più del previsto, mantenendolo sempre a fuoco basso e coperto affinchè non diventi troppo scuro. Tranquilli, la carne di questo tacchino non si rinsecchisce, grazie alla farcitura sotto la pelle che la protegge.
Accompagnatelo da teste di aglio intere arrostite insieme a patatine e carotine, da salsa cranberry (ricetta a venire) ed un vino rosso corposo.

 

Articoli Correlati
Ricette veloci secondi piatti, Tacchino alla senape

Ricette veloci secondi piatti, Tacchino alla senape

Cari amici buongustai, lo so, con l’arrivo del caldo cerchiamo di cambiare un po’ alimentazione e di dirigere i nostri gusti su piatti più leggeri e meno grassi. Bandite le […]

Un secondo di carne per natale, il rotolo di tacchino

Un secondo di carne per natale, il rotolo di tacchino

Buon lunedì, meno un giorno alla festa dell’Immacolata, vero anticipo delle vacanze natalizie, e poco più di due settimane al giorno di natale. Beh, come avevamo preventivato il tempo sarebbe […]

Il secondo per il pranzo di Natale, il tacchino ripieno con prugne

Il secondo per il pranzo di Natale, il tacchino ripieno con prugne

Sicuramente sarà di più facile associazione con il giorno del ringraziamento, che quì in Italia non festeggiamo ma conosciamo attraverso i telefilm americani dove li troviamo trionfalmente serviti su tavole imbandite, […]

Tagliatelle al tacchino e rucola

Tagliatelle al tacchino e rucola

Pasta a tutto spiano! Ma come condirla in modo semplice e leggero? Presto detto! Trattando la pasta quasi come se fosse un’insalata. Una volta cotta la pasta, la si condisce […]

Il tacchino ripieno di castagne direttamente dal cucchiaio d’argento

Il tacchino ripieno di castagne direttamente dal cucchiaio d’argento

Direttamente dal libro “Il cucchiaio d’argento” vi suggerisco la ricetta del tacchino ripieno. Se non aveste ancora deciso cosa portare in tavola il giorno di Natale, il tacchino ripieno è […]

Lista Commenti