Ricette di natale, l’insalata russa ai gamberetti

di Ishtar Commenta



Oggi vi propongo un classico piatto di natale in versione rivisitata. Sono sicura che tutti conoscano l’insalata russa, un piatto che si consuma freddo, a base di verdure tagliate a piccoli e pezzi amalgamati alla maionese. Ecco, quella di oggi è arricchita con gamberetti. L’insalata russa ai gamberetti trovo sia più stuzzicante di quella classica e ben si abbina ad un menù a base di pesce, come quello della vigilia di natale. Si prepara a partire da una base di tonno, patate, piselli, giardiniera e maionese.

Gli ortaggi andranno lessati le patate in particolare andranno anche schiacciate ed amalgamate al tonno ed al resto degli ingredienti. Con l’impasto ottenuto si formerà una cupola la quale andrà ricoperta con gamberetti e decorata a piacere o con i piselli o con quello che suggerisce la nostra fantasia. Con l’insalata russa ai gamberetti possono essere farciti anche i vol au vent da servire come antipasto. Volendo, potete aggiungere all’impasto dei cetriolini sott’aceto, io non amandoli particolarmente non li ho utilizzati.

Insalata russa con gamberetti


Ingredienti

200 gr. tonno sott'olio | 2 patate | 100 gr. piselli | 1 vasetto maionese | 1 vasetto giardiniera | 300 gr. gamberetti | 1 pizzico sale

Preparazione

  Lessare in tre pentole diverse le patate tagliate a pezzi, i piselli, e i gamberetti.

  Tritare mezzo vasetto di giardiniera, lasciando intero il resto.

  Schiacciare le patate ancora calde, aggiungere la giardiniera a pezzi, il sale, i piselli e il tonno sgocciolato e tagliato a pezzetti e mezzo vasetto di maionese.

  Amalgamare bene gli ingredienti e dare al composto la forma di una cupola. Spalmarla esternamente con la maionese e ricoprirla di gamberetti. Decorare a piacere.

L’insalata russa generalmente è un piatto apprezzato da tutti, viene servito come antipasto e si presta a diverse varianti. La storia delle sue origini è piuttosto incerta, fatto sta che il suo nome cambia in virtù del paese nella quale si prepara. Ad esempio in Russia questa insalata venne chiamata inizialmente insalata italiana, mentre in Spagna è conosciuta come ensaladilla.