Menù di Natale 2012: ricette antipasti

di Ishtar Commenta

Menù Natale 2012 ricette antipasti

Gli antipasti a mio parere costituiscono una portata di grande importanza all’interno di un pranzo di festa. Hanno la funzione di placare l’appetito in attesa dei primi e dei secondi ma allo stesso tempo non devono risultare troppo pesanti. Mi piace l’idea di porre al centro della tavola diversi piatti contenenti piccole prelibatezze per accontentare tutti i gusti. Ecco quindi una serie di proposte per gli antipasti da inserire nel menù di Natale 2012.

Antipasti di pesce

Iniziamo con gli antipasti di pesce: molto utilizzato nella preparazione di pranzi e cene durante le festività natalizie. Il primo è lo sformato di aragosta, sofisticato ed accattivante, impreziosisce la tavola. A questo proposito vi può essere utile qualche consiglio su come preparare l’aragosta perfetta. Un’idea sfiziosa invece consiste nelle crocchette di pesce. Si preparano con il merluzzo e le patate e, diciamolo, sono anche più economiche. Infine la mousse di salmone, perfetta per completare questo tris di antipasti di pesce. Voluttuosa e ricca di gusto è anche molto semplice da preparare.

Antipasti di carne

Eccoci agli antipasti a base di carne. Non tutti apprezzano il pesce e per venire incontro ai loro gusti ecco tre proposte. Iniziamo con le zeppole di salsicce, rustiche e sfiziose, una piccola novità da abbinare alle specialità natalizie. Continuiamo con gli involtini di melanzane con polpette, dei perfetti finger food, e concludiamo con i fagottini di prosciutto cotto e olive, irresistibili.

 

Antipasti vegetariani

In ogni pranzo di festa che si rispetti un occhio di riguardo deve essere riservato ai commensali vegetariani. Mi è capitato spesso di averne qualcuno ospite. Appositamente pensati per loro quindi gli champignon alle noci, farciti con una crema a base di mascarpone e gorgonzola, le palline di mascarpone e mandorle, che si preparano con soli 3 ingredienti ma risultano accattivanti già alla vista, ed infine i datteri ripieni, uno tira l’altro!

Foto courtesy of Thinkstock