Il cardamono (o cardamomo) è un’antica spezia originaria delle foreste tropicali dell’Oriente. La pianta da cui nascono questi semi è della stessa famiglia della pianta dello zenzero. Si dice che crescesse già nei giardini pensili di Babilonia e che fosse stata poi importata in Grecia. Quello che è certo è che sia i greci sia i romani ne facevano già uso nell’antichità soprattutto per la preparazioni di profumi.

Nel celebre “Le mille e una notte” il cardamono viene più volte citato per le sue proprietà afrodisiache ed il forte ed esotico aroma. E’ una delle spezie più costose e in India viene usato nei piatti a base di riso nei giorni di festa ed è un ingrediente del celebre caffè arabo.

Il cardamono si presenta sotto forma di capsule generalmente essicate da cui si estraggono i semi che vanno poi macinati. Il suo aroma forte va d’accordo sia con i cibi salati che con quelli dolci, come le torte al cioccolato, ma è perfetto soprattutto per insaporire tisane, té, caffè o anche cocktail. In Scandinavia ad esempio viene utilizzato per speziare i vini caldi o aromatizzare liquori ad alta gradazione, rendendoli più leggeri da bere.


Per preparare il caffè al cardamono basta aggiungere ai semi di caffè da macinare quelli della spezia, oppure mettere direttamente qualche capsula nella caffettiera. Un’alternativa interessante al caffè potrebbe essere la cioccolata calda, magari da servire il giorno di San Valentino al vostro lui, o lei, approffitando del suo potere afrodiasiaco.

Ingredienti
  • 350 ml di latte
  • 75 g di cacao amaro
  • cannella
  • semi di cardamono da macinare
Fate sciogliere il cacao in mezzo bicchiere di latte caldo. Aggiungete il restante latto, sempre caldo, e portate ad ebollizione, mescolando per evitare che si formino grumi. Quando la cioccolata si sarà addensata versatela nelle tazze e aggiungete la cannella ed il cardamono macinato fresco. Se preferite potete anche addolcire la bevanda con lo zucchero. Buon appettito con il cardamono, la spezia dell’amore!