leonardo.it

Ricetta dolce light: ciambella con yogurt, cioccolato e uvetta, senza uova nè burro!

 

8 marzo 2010
12 commenti


Qui nella mia bella Palermo, l’inverno, iniziato devo dire, ad onor del vero, piuttosto tardino, adesso non vuole smettere! C’è freddo e piove, piove, piove…! Con questo tempo uggioso viene voglia di restarsene sotto le coperte o di sorseggiare una bella tazza di cioccolata calda rannicchiati sul divano e perché no, magari accompagnando la nostra merenda con una bella ciambella calda e profumata, appena sfornata che coccola gli occhi, il cuore ed il palato! Ecco perché ieri, ho voluto viziarmi e viziare i miei uomini (mio marito e i miei due piccolini) con una delizia da forno semplicissima, super veloce, non eccessivamente calorica ma straordinariamente buona. Io preparo spesso le torte a forma di ciambella, perché è la forma preferita dal mio piccolo Matteo, e ieri per l’ennesima volta, alla fatidica domanda:

Matteo, scegli la forma della tortiera? Che la mamma sta preparando la torta?”, lui mi ha risposto: “Mamma, ancora non lo sai? Voglio quella a ciambella!”…e quella fu!
Credetemi se vi dico che è una torta che si prepara in meno di cinque minuti! Ed il risultato è davvero ottimo!


ciambella


1 vasetto yogurt bianco intero | 1 vasetto yogurt bianco magro | 1 vasetto e mezzo zucchero | 3 vasetti farina manitoba | mezzo vasetto olio di semi | 1 vasetto latte | a piacere cioccolato a pezzi | 20 gr. uva sultanina | 1 bustina lievito | burro (per ungere la teglia) | zucchero di canna (per cospargere la teglia) | zucchero a velo
Inserite nel boccale del Bimby gli yogurt, (tenete uno dei vasetti dello yogurt e lavatelo così da utilizzarlo come dosatore), lo zucchero, la farina, l’olio di semi, il cioccolato, il latte e la bustina di lievito.
Frullate il tutto a velocità massima per due minuti, aggiungete l’uvetta e fate andare il tutto in senso antiorario, per 10 secondi a velocità soft.
Ungete una teglia e cospargetela di zucchero di canna (vedi foto gallery), versatevi dentro il composto e mettete in forno preriscaldato per 45 minuti a 160°.
Una volta cotta, fatela intiepidire sgusciatela dalla teglia e cospargetela con lo zucchero a velo.

Non mi stancherò mai di ripetere che i tempi di cottura sono indicativi, ricordatevi sempre che questi variano da forno a forno e che quindi, passati i primi 20 minuti, iniziate a fare la prova con un lungo stecchino di legno, per capire se l’interno della ciambella è cotto, introducendolo qua e la.

Articoli Correlati
I biscotti al burro senza uova

I biscotti al burro senza uova

Non mi succede sempre di dover cucinare per esigenze particolari. In famiglia non soffriamo di intolleranze così non devo prestare particolare attenzione agli ingredienti utilizzati. Però ogni tanto capita anche […]

Ciambella speziata al cioccolato, dolce semplice per la colazione e per la merenda

Ciambella speziata al cioccolato, dolce semplice per la colazione e per la merenda

Finito il primo round di cene e pranzi pantagruelici! Adesso è l’ora di smaltire gli avanzi e di dedicarsi a qualche ricetta più semplice e leggera. Dal canto mio, faccio […]

Ciambella con noci e cacao, una ricetta di dolce per un’allegra colazione

Ciambella con noci e cacao, una ricetta di dolce per un’allegra colazione

Avete mai desiderato iniziare la mattina, tutti insieme, in allegria facendo una ricca colazione tutti intorno alla tavola? Ognuno con davanti il proprio tazzone fumante ed un buon dolce preparato […]

Ciambella ricoperta al cioccolato, un dolce goloso con in Bimby

Ciambella ricoperta al cioccolato, un dolce goloso con in Bimby

Per quanto io cerchi di trattenermi, in questi giorni ho dato sfogo alla mia passione per il cioccolato. Forse è colpa delle giornate più fredde o della pioggia che a […]

Un dessert light: Lo Yogurt in coppa con Frutta

Un dessert light: Lo Yogurt in coppa con Frutta

Con la stagione più calda e assolata siamo alla ricerca di ricette leggere e nutrienti che ci facciano stare in forma senza rinunciare al gusto e alla golosità, ma esistono? […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1fede

    ciao,
    volevo provare a fare questa appetitosa ma…come fare se nn ho il bimbi???
    posso usare anke un smeplice frullatore??
    fatemi sapere!!!
    Fede

    9 mar 2010, 16:30 Rispondi|Quota
    • #2Roberta Chiarello

      ehehehe :D… ciao Fede, dunque, il frullatore non credo che sia adatto a montare impasti (o comunque io non avendolo mai provato, non saprei darti un giusto consiglio) potresti utilizzare semplicemente le fruste elettriche, con le quali, il risultato sarebbe identico, solo che dovresti lavorare l’impasto un pò di più di due minuti…..diaciamo fino a quando vedi comparire le prime bolle. Se decidi di provare a fare tutto con le fruste ti consiglio altresì di versare la farina con un setaccio e poco per volta, per evitare la formazionedi grumi. Per il resto, il cioccolato potresti frullarlo nel frullatore oppure comprare quello in polvere (il cacao amaro in polvere).
      Ti chiedo però, se intendi provare a farla con il frullatore, di farmi sapere se e come ti è riuscita, perchè la tua esperienza potrebbe essere utile per altri che, non avendo il Bimby, vogliono provare ad utilizzare il più comune frullatore.
      A presto allora…e attendo tue notizie! :)

      10 mar 2010, 10:48 Rispondi|Quota
  • #3Alessio Proietti

    Come mai usi della manitoba per una torta?
    La farina manitoba si usa per impasti a lunga lievitazione e/o che necessitano di una buona elasticità dell’impasto (esattamente il contrario di quello che serve in una torta normale, tant’è che di solito si aggiunge dell’amido per abbassare la percentuale di glutine)!

    :\

    5 apr 2010, 02:12 Rispondi|Quota
  • #4marienza

    ciao….
    ascolta io ho preparato la ciambella e il gusto è ottimo ma ho avuto un problema…si è “ammassata” cioè sembrava che non era stata fatta cuocere abbastanza…non era lievitata bene ecco…perchè da fuori era ben cotta…ma anche da dentro a pensarci bene…solo che dopo che è uscita dal forno ha perso quei 2 3 cm di altezza…e di solito nn succede alle mie ciambelle…ho sbagliato qualcosa?magari lo stampo che era in silicone?ciaoooo e granzie in anticipo per la risposta…

    18 apr 2010, 11:26 Rispondi|Quota
  • #5Ciore74

    A me è successa esattamente la medesima cosa di Marienza,,,,ho pensato che il ruoto fosse troppo grande, è possibile?
    Help! vorrei evitare dolci troppo calorici, riuscire a fare bene questa ciambella sarebbe fantastico!!!

    2 giu 2010, 10:02 Rispondi|Quota
  • #6Silvia

    Uff non mi è venuta, mi si è attaccata al fondo, lo zucchero di canna si è indurito tantissimo, inoltre non ha lievitato come speravo.
    Unica differenza ho messo due yogurt magri al posto di uno magro e uno intero.
    La farina mi sembrava un pò pochina, la consistenza era un pò troppo liquida.
    Che peccato dalla foto qui sembrava buonissima e superlight!

    6 mar 2011, 01:40 Rispondi|Quota
  • #7Roberta Chiarello

    @ Alessio Proietti:
    MA se i fruitori del dolce non hanno problemi di celiachia, non vedo che problema ci sia a somministrare un dolce con del glutine !!!!
    LA farina manitoba è adatta agli impasti lievitati in generale, questo perchè, essendo ricca di proteine insolubili, una volta venuta a contatto con la parte liquida dell’impasto, produce il glutine che (ripeto, sempre in assenza di intolleranze alimentari), un’amico insostituibile nella creazione di una sorta di nido d’api molto resistente che trattiene i gas della lievitazione permettendo e un notevole sviluppo del prodotto durante la cottura(ovviamente parlo di torte morbide, a base soffice , quindi ke non sia crostata). In questo modo permette di trattenere meglio l’aria all’interno dell’impasto facendo poi lievitare meglio e senza collasso la ciambella.
    Anche con la farina “0″ i dolci vengono buonissimi ma….QUESTA CIAMBELLA E’ DA FARE CON LA MANITOBA :)……dai retta a me…viene altissima e non si ammassa….e soprattutto viene sofficissima:)
    provare per credere.
    Questa poi è la mia esperienza…….

    9 mar 2011, 00:16 Rispondi|Quota
  • #8Roberta Chiarello

    @ marienza:
    hai usato la farina manitoba e hai tenuto il forno alla giusta temperatura?

    9 mar 2011, 00:17 Rispondi|Quota
  • #9Roberta Chiarello

    @ Silvia:
    Silvia , hai imburrati prima di mettere lo zukkero di canna,, lo stampo?

    9 mar 2011, 00:19 Rispondi|Quota
  • #10Silvia

    @ Roberta Chiarello:
    si si imburratto per bene! Ho usato del burro biologico, e dello zucchero di canna grezzo, quello scuro.

    10 mar 2011, 11:14 Rispondi|Quota
  • #11Silvia

    @ Roberta Chiarello:
    Grazie Roberto, forse ho sbagliato a mischiare la manitoba che non avevo a sufficienza con un 20% di amido di mais.
    Ci riproverò e vi farò sapere.

    10 mar 2011, 11:17 Rispondi|Quota
  • #12daniela

    @ Roberta Chiarello:
    Ho fatto un corso di cucina ed anche i miei due prof mi hanno detto che la torta non si fa con la manitoba. Ma è molto importante lo spirito con cui la si fa. E’ come la maionese se non giri le fruste sempre in senso orario e non credi in quello che fai (la paura di non riuscire) potrebbe farla impazzire. Prova e poi fammi sapere. Ciao Daniela

    27 giu 2011, 12:25 Rispondi|Quota