Pandoro, ricetta originale

 

25 novembre 2012
0 commenti
pandoro ricetta originale


Il Natale 2012 si avvicina, e con lui tutti i momenti da trascorrere in famiglia davanti a una tavola imbandita e un albero decorato come sfondo. Tutto molto suggestivo, specialmente se a a tavola si portano pietanze della tradizione natalizia, preparate in casa. Il pandoro è una delle ricette tradizionali più apprezzate ma l'abitudine di prepararlo in casa è sempre più rara. La ricetta originale del pandoro infatti, è abbastanza complessa, i risultati non sono sempre ottimali e in ogni caso acquistare quello industriale è certamente più facile. Ma volete mettere il piacere di preparare un pandoro fatto in casa, con le vostre manine? E' un orgoglio che si deve provare almeno una volta. Ecco perchè oggi vi suggeriamo come preparare un pandoro con la ricetta della tradizione.


pandoro, ricetta originale


260 gr. farina manitoba | 10 gr. miele | 150 gr. burro | 2 uova intere e tre tuorli | 25 gr. latte | 15 gr. lievito di birra | sale | una bustina di vanillina | zucchero a velo
Sciogliete 15 gr di lievito in due cucchiai di latte tiepido. Aggiungete poi tanta farina quanto basta a ottenere un impasto non appiccicoso. Coprite il recipiente con la pellicola trasparente e lasciate lievitare in un luogo caldo della cucina per almeno 2 ore, fino a quando non raddoppia.
Quando l'impasto ha raddoppiato di volume, riprendetelo e mettetelo all’interno della planetaria. Aggiungete 90 gr di farina manitoba, 100gr di zucchero e un tuorlo. Dopo circa 10 minuti aggiungete un altro tuorlo e far andare la planetaria fino a quando l’impasto non comincia a staccarsi dalle pareti.
Togliete l'impasto dalla planetaria, lavoratelo qualche minuto con le mani su un piano leggermente infarinato. Dategli la forma di una palla e mettetelo a lievitare in un recipiente coperto.
Quando anche il secondo impasto avrà raddoppiato il suo volume, rimettetelo nella planetaria e aggiungete 170 gr di farina, 100 gr di zucchero, 10 gr di miele, un tuorlo, una bustina di vanillina e un pizzico di sale. Fate ripartire la planetaria e azionatela per circa 30 minuti, fino a quando l'impasto non si stacca dalle pareti.
Nel frattempo, lavorate il burro con le fruste fino a farlo diventare una crema spumosa e Lavorate il burro con la frusta fino ad ottenere una crema e aggiungetelo a poco a poco all’impasto. Fate amalgamare per bene. Passati altri 30 minuti l’impasto dovrebbe essere pronto. Se fosse troppo morbido aggiungete pochissima altra farina. Toglietelo dalla planetaria, lavoratelo un po' con le mani e poi mettetelo in uno stampo per pandoro già imburrato. Lasciatelo lievitare ancora per 3 ore, fino a quando l'impasto non è salito sui bordi.
Cuocete in forno preriscaldato a 190° per circa 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 160° e proseguite la cottura per altri 25 minuti. Se la parte esterna comincia a bruciarsi troppo coprite con un foglio di alluminio. Per mantenere il giusto grado di umidità nel forno, potete mettere sul fondo un piccolo recipiente con dell'acqua. Verificate la cottura del pandoro con uno stecchino e quando è cotto mettetelo a raffreddare. Sformatelo solo quando sarà ben freddo. Decoratelo con abbondante zucchero a velo.

Inutile negarlo, la ricetta originale del pandoro è molto complessa. E’ un dolce che richiede lunghe ore di lievitazione, ci vuole molta dimistichezza con gli impasti e i lievitati complessi perchè la caratteristica pasta sfogliata della ricetta del pandoro di Verona è molto difficile da ottenere, ecco perchè la ricetta che vi propongo è quella originale in una versione semplificata. In ogni caso tentare non nuoce e se durante le vacanze natalizie avete del tempo da dedicare alla cucina, preparare il pandoro potrebbe essere un’attività molto divertente. Ricordate di seguire alla perfezione tutte le fasi della ricetta del pandoro, tenete l’impasto in un luogo caldo in modo che la temperatura non scenda mai al di sotto dei 24 gradi e sappiate che l’esecuzione richiede alcune ore di lavoro tra impasto e lievitazioni. E se la prima volta il vostro pandoro non sarà un granchè… niente paura! Potete sempre riprovare!

[photo courtesy of Thinkstock]

Articoli Correlati
Cupcake di pandoro: ricicliamo gli avanzi natalizi

Cupcake di pandoro: ricicliamo gli avanzi natalizi

Il Pandoro solitamente batte il Panettone nelle preferenze degli italiani, questo però non significa che venga sempre consumato tutto e senza troppi problemi, nei periodi di festa o nei periodi […]

Salame di cioccolato con il pandoro

Salame di cioccolato con il pandoro

Conosciamo tutti perfettamente il salame di cioccolato, un dolce davvero semplicissimo da preparare e veramente molto goloso, che piace ai bambini e che ci permette spesso anche di riciclare il […]

Il tiramisù ai frutti di bosco con gli avanzi di pandoro

Il tiramisù ai frutti di bosco con gli avanzi di pandoro

E come penultima ricetta della serie “cucinare con gli avanzi” oggi è la volta del pandoro. Ammetto che è molto difficile che in casa mia avanzi il pandoro, lo preferisco […]

Per un dolce San Valentino, cuori di pandoro

Per un dolce San Valentino, cuori di pandoro

A quanti di voi, dopo le feste di Natale o i Pasqua, non sono rimasti panettoni, pandori o colombe in casa? E quanti di voi almeno una volta si sono […]

Pandoro ripieno: ricetta dolce facile

Pandoro ripieno: ricetta dolce facile

TEMPO: 30 minuti circa | COSTO: basso | DIFFICOLTA’: media VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI ll pandoro ripieno è uno di quei dolci buonissimi […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento