Cous cous tabulè alle erbette e surimi con retrogusto di senape

di Roberta Chiarello 3



cous cous

Oggi a pranzo, non avevo assolutamente idea di cosa preparare, tra le altre cose non avevo neppure tanta voglia di mettermi ai fornelli e per dirla tutta avevo il frigo quasi vuoto!

Cercando dentro il mio vuotissimo frigo, ho trovato solo due buste di erbette mezze vuote e una confezione di surimi..!e  che ci si fa con questi pochi e scarni ingredienti? Pensa…pensa…pensa…..

Ricordavo di avere in dispensa del cous cous (ovviamente precotto!)….

Quindi, avevo davanti a me del cous cous precotto, delle verdurine (rucola, sedano e songino) e la famosa confezione di bastoncini di surimi…

Fossi in voi continuerei a leggere …. resterete sorpresi di cosa si può preparare con pochissimi ingredienti e con moltissima fantasia ….

cous cous erbette e surimi


Ingredienti

250 cous cous precotto | 1 cucchiaio olio | quanche fogliolina menta | 1 dado vegetale | mezzo limone | una noce burro | una manciata pepe | 200 gr. bastoncini di surimi | 100 gr. rucola | 100 gr. songino | 100 gr. sedano | 1 cucchiaino senape | 1 cucchiaio maionese

Preparazione

  Portate all’ebollizione 250 g d’acqua con il cucchiaio d’olio, non appena arrivati al bollore aggiungete il dado, fatelo sciogliere bene e dopo aver spento il fuoco aggiungete la mentuccia e spremete il mezzo limone facendo molta attenzione a non far cadere dentro il brodo parti di polpa o noccioli.

  Versate il cous cous precotto a pioggia molto lentamente facendo assorbire tutta l’acqua. Fate riposare il tutto a coperchio chiuso per un paio di minuti, riaccendete il fuoco e fate sciogliere una noce di burro, mantenendo la fiamma bassissima, sennò attaccherete tutto al fondo della pentola. Spegnete il fuoco, aggiungete il pepe e amalgamate molto bene. Il cous cous deve mantenersi morbido non deve seccare!

  Tagliate i bastoncini di surimi a rondelline di circa mezzo centimetro l’uno e versateli nella pentola, aggiungete il songino, la rucola e il sedano tagliato a pezzettini molto piccoli. Mischiate il tutto molto delicatamente e mettete da parte.

  In una ciotola preparate l’emulsione unendo senape, maionese, olio e limone, sbattendo energicamente con una frusta da cucina. Quando il composto assumerà un aspetto omogeneo (non lasciatevi scoraggiare dall’apparenza iniziale), versate l’emulsione sul cous cous ed amalgamate tutto sempre con molta delicatezza.

Ovviamente io ho servito il mio cous cous dal sapore molto particolare nei miei adorati piatti tunisini, comprati, dopo un estenuante baratto, in un mercato di Tunisi.

Come vino non posso che consigliarvi, da brava siciliana, un I.G.T.  siciliano bianco come il Brusciò Insolia, un ottimo Chardonnay dal sapore elegante e dal retrogusto di frutta esotica da servire obbligatoriamente freddo in modo da esaltare la sua persistenza e armoniosità.