Gratin di patate alla svizzera, un piacevole esercizio per imparare a gratinare

di Roberto 4

TEMPO: 50 minuti| COSTO: medio| DIFFICOLTA’: medio

VEGETARIANA:NO | PICCANTE:NO | GLUTINE: NO | BAMBINI: SI


L’argomento di oggi, riguarda una tecnica di cottura, o meglio, di una tecnica di fine cottura, molto comune e molto diffusa, che il più delle volte viene fatta senza che ce ne rendiamo conto, la Gratinatura. Questo complemento della cottura di alcune pietanze che vengono cotte in forno permette di formare sulla superficie, solitamente di gateau, di timballi o di verdure, una crosta dorata e croccante detta appunto gratin.

Il gratin, oltre a conferire alle vivande un aspetto più elegante, accentua i sapori degli ingredienti e da al palato una piacevole sensazione di croccante. Essendo un completamento alla cottura dei piatti, la gratinatura va eseguita seguendo alcune semplici regole che ne permettono una perfetta riuscita. Come prima cosa occorre preriscaldare bene il forno, e poi avere l’accortezza di porre la portata da gratinare nel ripiano più alto del forno, per far cuocere la superficie e lasciare più fredda la base.

Solitamente per il gratin si usa cospargere la superficie delle pietanze con della salsa, del pangrattato o una béchamel, ma nella ricetta che vi proponiamo per gratinare utilizzeremo delle fettine di pancetta. Eccovi la ricetta del Gratin di patate alla svizzera, con cui potrete esercitarvi.

Gratin di patate alla svizzera

Ingredienti per 4 persone:

500gr di patate | 1 bicchieri di latte | 60gr di burro | 1 uovo | 100gr di pancetta affumicata tagliata in fette spesse | sale q.b.

LA PREPARAZIONE:

  1. Fate bollire in una pentola con dell’acqua bollente, o utilizzando una pentola a pressione, le patate, dopo averle lavate, e lasciate che cuociano fin quando non saranno ben cotte. Quindi scolatele, spellatele e schiacciatele con uno schiacciapatate. Condite il purea con il latte 50gr di burro, l’uovo leggermente battuto ed un pizzico di sale. Mescolate per bene il composto e lasciatelo riposare per qualche minuto.

  2. Nel frattempo, ungete, con il burro che vi è rimasto, una pirofila da forno. Versate tutto il purea di patate nella pirofila e livellatelo per bene, premendolo leggermente con il palmo delle mani bagnate.

  3. Disponete le fette di pancetta a coprire tutta la superficie del purea e comprimete, un’altra volta, leggermente con le mani. Per concludere mettete la pirofila in forno, precedentemente riscaldato, a 180 gradi e lasciate che la pancetta si cuocia fino a diventare trasparente e leggermente crocante.

Se volete insaporire ulteriormente questo piatto potrete usare del formaggio per condire il purea.

[photo courtesy of Abstract Gourmet]