Verdure fritte in pastella: difficile resistere a un contorno così!

di Anna Commenta



verdure fritte pastella contorno

Oggi vi propongo una ricetta veramente speciale. Non è una ricetta nuova ma è sicuramente buonissima. Le verdure fritte in pastella hanno per me un fascino particolare, mi piace mangiarle come antipasto oppure come contorno di un secondo piatto. So che non si tratta proprio del massimo della leggerezza ma sono convinta che uno strappo alla regola ogni tanto non fa male, soprattutto se si può approfittarne per sorridere un po’. Così visto che gli ultimi giorni sono stati per me molto stressanti, ho voglia di trovare conforto in qualcosa di particolarmente buono da mangiare, e alla fine del pranzo non può mancare il dolce. Chissà che non riesca a dimenticare lo stress…

verdure fritte in pastella


Ingredienti

200 gr. farina | 2 uova | acqua | mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio | 2 cipolle | 4 carciofi | 200 gr. champignon | un limone | 200 gr. olio di semi di arachidi | sale

Preparazione

  Amalgamate la farina alle uova e diluite con acqua tiepida, quanto basta per ottenere una consistenza fluida, ma non liquida. Fate riposare per 30 minuti mescolando ogni tanto. Aggiungete il bicarbonato di sodio prima di utilizzarla.

  Sbucciate le cipolle e tagliatele a rondelle non troppo sottili. Spremete il limone e versatelo in una ciotola con dell'acqua fredda.

  Pulite i carciofi fino a ricavare i cuori e immergeteli nell'acqua acidulata. Pulite i funghi e tagliateli a fettine spesse.

  Versate l'olio in una padella e portatelo alla giusta temperatura. Passate i funghi nella pastella e immergeteli nell'olio bollente. Cuoceteli fino a quando saranno dorati, poi posizionateli sulla carta assorbente e salateli.

  Procedete allo stesso modo con i carciofi. Passateli nella pastella, friggeteli nell'olio bollente e fateli cuocere fino a quando saranno dorati. Fate lo stesso con le cipolle e salate dopo la cottura.

  Servite caldo.

Le pastelle non sono tutte uguali. A seconda del tipo di alimento che bisogna friggere, è necessario preparare la pastella più adatta, che avvolga l’ingrediente, gonfi sia morbida dentro e croccante fuori. Esistono tanti tipi di pastelle: con la birra, con l’acqua frizzante, con o senza le uova. Ci sono addirittura pastelle aromatizzate. Ognuno di noi ha la sua preferita, ma non è detto che sia adatta a tutte le preparazioni. Quindi oggi vi suggerisco di provare questa pastella studiata apposta per le verdure e che potrete utilizzare per friggere pesci dal sapore deciso. Gli ingredienti principali sono farina, uova, acqua e bicarbonato. Fate riposare la pastella per almeno 30 minuti e poi utilizzatela per friggere le verdure che preferite. Io vi suggerisco i cuori di carciofo, le cipolle ad anelli, i funghi champignon. Se vi piacciono, potreste utilizzare anche delle listerelle di zucchine o di carote.