Festa del papà, i carciofi ripieni siciliani

di Fabiana Commenta



In Sicilia si chiamano carciofi “cu’ tappo r’uovo”: sono un ghiottissimo secondo piatto che non può mancare sulle tavole in occasione della festa di San Giuseppe che coincide con la festa del papà.

carciofi ripieni, sicilia

Il 19 marzo è una data molto sentita in Sicilia e i carciofi ripieni sono un piatto tipico che viene preparato spesso e volentieri con l’aiuto dei bambini.

Festa del papà, i carciofi ripieni siciliani


Ingredienti

4 carciofi | 2 uova | 8 cucchiaio pangrattato | un mazzetto di prezzemolo tritato finemente - caciocavallo grattugiato e a pezzi
 | 2 spicchi d’aglio - il succo di un limone - olio extravergine d’oliva q.b. - sale e pepe q.b. - olio di semi d’ arachidi per friggere

Preparazione

  Pulite i carciofi: tagliate le punte eliminando le spine e le foglie più dure. Batteteli un po’ sul piano di lavoro per poter allargare le foglie perché dovrete riempirli. Utilizzando un coltellino eliminate “la barba” interna e tagliate i gambi. Che resteranno molto morbidi.

  Mettete in acqua e limone i vostri carciofi per evitare che anneriscano subito Intanto preparate la farcitura interna a base di pangrattato, prezzemolo tritato, caciocavallo grattugiato e un po’ a pezzi (rigorosamente siciliano). Aggiungete un pizzico di sale e pepe e l’olio. 

  Amalgamate tutto il composto fino a quando non sarà ben legato. Imbottite i carciofi facendo in modo tale che il ripieno penetri fino al fondo del carciofo e che la superficie sia ben compatta. È in questa operazione che potrete coinvolgere anche i bambini. Ora sbattete le uova, riscaldate l’olio di semi in una padella e procedete alla cottura. Passate tutti i carciofi nell’uovo battuto per sigillare bene la farcia in modo tale che non scappi durante la cottura. 


  Lasciateli rosolare da tutte le parti rigirandoli spesso. Una volta ben cotti toglieteli dall’olio e lasciateli asciugare sulla carta assorbente. Procedete con la seconda parte della cottura. Sistemateli in una padella dove verserete acqua, ma senza arrivare al “tappo”, aggiungete due spicchi d’aglio e i gambi dei carciofi tagliati a pezzettini, aggiungete sale e pepe.

  Sistematevi sopra i carciofi in modo tale che restino in piedi e con il tappo ottenuto verso l’alto e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Spegnete il fuoc e condite con dell’olio, poi lasciateli insaporire ancora un po’ nel tegame, ma fuoco spento.

Sono loro che si divertono a riempire i carciofi adeguatamente svuotati e a inserire il cosiddetto tappo. Un vero e proprio divertimento per loro, ma il piatto proposto è molto buono e particolarmente ricco un po’ tutti i piatti della cucina siciliana.

Per preparare un ricco ripieno vi occorrono uova, pangrattato e caciocavallo. Potrete servirli caldi, ma anche tiepidi e rigorosamente accompagnati dal loro liquido di cottura.