leonardo.it

Il Frizon, ovvero il Friggione di verdure all’emiliana

 

2 aprile 2012
0 commenti
frizon ovvero friggione verdure emiliana


Ricca, abbondante e generosa, corposa e di sostanza , oggi parliamo di cucina Emiliana, una cucina piena di sapori. La tradizione culinaria emiliana e famosissima per le sue paste fresche, condite con meravigliosi e profumatissimi ragù, o per le sue paste ripiene, tortelli, tortelloni e tortellini che sguazzano nel brodo o in sughi appetitosi. Salumi e carni non mancano nelle ricette di questa regione, ma oggi voglio presentarvi una ricetta tutta a base di verdure, che tradizionalmente va cotta insieme alla salsiccia, così da portare in tavola un secondo completo di contorno, il Frizon, o per meglio dire il Friggione di verdure all’emiliana. Per i puristi della cucina italiana, vorrei sottolineare che tale ricetta è una variazione del più tradizionale Friggione di cipolle.


Friggione all'emiliana


500 gr. pomodori maturi | 300 gr. patate | 150 gr. peperoni | 150 gr. cipolle | olio extravergine d'oliva | sale | pepe nero da macinare
Lavate e pulite le verdure. incidete una croce sulla pelle della pare inferiore dei pomodori, quindi tuffateli in acqua bollente per pochi istanti. Scolate i pomodori, quindi pelateli eliminate i semi e poi tagliateli a pezzetti.
Pelate le cipolle e patate ed affettatele. Ripulite i peperoni da semi e filamenti e poi tagliateli a listarelle. Fate scaldare abbondate olio in una casseruola, quindi mettete rosolate le patate. Dopo qualche istante aggiungete i peperoni e poi le cipolle. Mescolate per bene e lasciate cuocere a fuoco vivace.
Dopo cinque minuti aggiungete i pomodori, aggiustate di sale e pepe, abbassate la fiamma e coprite il tutto e lasciate cuocere le verdure finché non saranno ben cotte. Durante la cottura, di tanto in tanto mescolate il tutto.

Il Friggione di verdure all’emiliana è perfetto per la cucina vegetariana e per la cucina senza glutine. È una rivisitazione leggera di una portata molto importante della cucina emiliana, il friggione di cipolle che porta la data del 1886. Se questa ricetta è stata di vostro gradimento vi suggeriamo, inoltre, di provare questi altri piatti proposti da Ginger&Tomato: i tortellini in brodo, i cappellacci, i cappelletti, il cotechino di Modena in crosta, l’erbazzone pasquale con verdura e uova.

[photo courtesy of Thinkstock]

Articoli Correlati
Ricette bimby, frittata di verdure al forno

Ricette bimby, frittata di verdure al forno

Estate, trionfo di ortaggi: peperoni e zucchine la fanno da padrone, ed allora perchè non approfittarne e racchiuderli in una frittata di verdure al forno preparata con il bimby? Una […]

Il brodo di carne

Il brodo di carne

C’è poco da fare, il brodo granulare, il brodo in dadi, adesso il brodo già pronto, solo da scaldare, sono delle ottime soluzioni, come tutti i piatti già pronti, ma […]

Un primo per natale, i tortellini al forno

Un primo per natale, i tortellini al forno

Rieccoci con un altro piatto in linea con la tradizione natalizia, i tortellini al forno. I tortellini al forno costituiscono un primo piatto ricco e molto gustoso, degno di un […]

Una ricetta emiliana per il pranzo di Natale, i tortellini in brodo.

Una ricetta emiliana per il pranzo di Natale, i tortellini in brodo.

Il tortellino è una pasta all’uovo tipica della cucina emiliana, specialmente in occasione delle festività natalizie. La forma ricorda un piccolo anello che la tradizione associa all’ombelico di Venere, ed […]

New England Clam Chowder, ovvero zuppa di vongole d’oltre oceano

New England Clam Chowder, ovvero zuppa di vongole d’oltre oceano

Un classico del nord-est degli Stati Uniti, la New England Clam Chowder ha in effetti origini nel Canada atlantico, anticamente la Nouvelle France. Il nome stesso, Chowder, deriva da Chaudrée, […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento