Ricette pasquali dolci, il casatiello

di Ishtar Commenta



Ricette pasquali dolci casatiello

E dopo averne parlato più volte quì su Ginger nella versione salata, oggi vi proponiamo il casatiello dolce. Una delle ricette pasquali dolci tipiche che non può assolutamente mancare sulle tavole napoletane, e non solo. Prima di mettervi all’opera vorrei chiarire una serie di punti. Innanzitutto il “criscito”, ovvero il lievito di pasta acida, altro non è che la farina lasciata fermentare con dell’acqua impastati insieme. Vi servirà per il primo impasto.

Secondo punto, le 10 uova da utilizzare nella preparazione del casatiello dolce, non abbiamo esagerato con le dosi, sono proprio quelle che vi serviranno per sfornare un casatiello dolce degno di questo nome. Terzo punto: le dosi. Le dosi, come  noterete leggendo la ricetta, sono abbondanti. L’impasto ottenuto infatti basterà per 2 o 3 stampi a ciambella, dipende da quanto grandi saranno gli stampi prescelti.

Casatiello dolce


Ingredienti

1 kg. farina | 100 gr. criscito (o lievito di pasta acida) | 300 gr. strutto | 10 uova | 350 gr. zucchero | 3 bustine vanillina | 300 gr. uvetta | scorza grattugiata di un limone | 1 bicchierino limoncello | 1 bicchierino rum

Preparazione

  Amalgamare il lievito di pasta acida con un uovo e 100 gr di farina. Si dovrà ottenere un impasto molle da far riposare in un recipiente coperto con un tovagliolo per 2 ore.

  Trascorse le due ore si prende l'impasto e si lavora a lungo aggiungendo nove uova, la farina, lo zucchero, la vanillina, l'uvetta, la buccia grattugiata di un limone, un bicchierino di limoncello ed uno di rhum.

  Lavorare la pasta molto energicamente, staccarne dei pezzi da disporre in uno stampo a ciambella precedentemente unto di burro e spolverizzato di farina.

  L'impasto dovrà arrivare a metà stampo, ecco perchè probabilmente la pasat vi basterà per 2 o 3 stampi da ciambella. Fare lievitare in luogo tiepido, coprire gli stampi con un tovagliolo, e fare lievitare almeno 16 ore.

  Quando i casatielli saranno gonfi spennellarli con un uovo sbattuto. Infornarli a 180° C° e lasciarli cuocere per circa un'ora.

  Una volta cotti possono essere coperti con una glassa reale e confettini colorati.

Tra gli ingredienti noterete la presenza dello strutto, questo perchè vorremmo rispettare la tradizione, ma, e lo dico sottovoce, c’è chi utilizza il burro in alternativa. A voi la scelta. Infine la decorazione: una volta cotto, il casatiello dolce, può essere decorato con una glassa reale (quella bianca preparata con lo zucchero a velo e l’albume) e cosparso con confettini colorati, la cosiddetta momperiglia. Bene, avete tutti i chiarimenti e le delucidazioni per mettervi all’opera!