Pizza al vapore, come fare la cottura

di Fabiana Commenta

Si sa: la cottura al vapore è decisamente leggera e sana. Potrete applicarla alla carne, ai primi, alle verdure… e anche alla pizza. Ebbene sì: se decidete di cuocere la pizza fatta in casa al vapore, sappiate che potrete anche scegliere la cottura al vapore e rende la vostra pizza ancora più leggera.

impasto per la pizza, pizza

Certo, se non siete dotati di un forno professionale la cottura sarà un po’ più impegnativa, ma vale proprio la pena provarci prima di tornare alla classica pizza cotta al forno o fritta. Vediamo come fare. 

Sistemate sul fondo del forno una bistecchiera in ghisa o una padella che possa essere inserita in forno. Accendete il forno e riscaldatelo a circa 200 °c inserendo all’interno del forno stesso un pentolino con circa 200 cc di acqua.

Al momento di infornare la vostra pizza,  preparate una decina di cubetti di ghiaccio su una schiumarola. Versate all’interno della padella i cubetti di ghiaccio sulla padella e versatevi sopra l’acqua, che dovrà essere di un quantitativo di acqua pari a una tazzina di caffè già portata a ebollizione. Richiudete subito il forno e cominciate la cottura. In pratica il ghiaccio, grazie al calore dell’acqua calda sulla superficie della padella sviluppa in continuazione il vapore riproducendo proprio la cottura.

L’ambiente riprodotto sarà costantemente umido e caldo. Lasciate cuocere la vostra pizza nel ripiano intermedio del forno per almeno 20 minuti in modo tale da ottenere una cottura perfetta. Solo pochi minuti prima di terminare la cottura, aprite il forno a fessura in modo tale da lasciar sfogare il vapore residuo. Provate a cuocere con la stessa procedura anche la focaccine: sono morbide e deliziose.

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK