Cibi in estate, gli errori da evitare

di Fabiana Commenta



Con il caldo preferiamo di gran lunga alimenti leggeri, ma nutrienti che non appesantiscano: dalla frutta, all’insalata alla bresaola alle bevande fresche. Ma spesso e volentieri a tavola anche in estate commettiamo errori o optiamo per abbinamenti sbagliati che potrebbero anche compromettere la leggerezza dei piatti.

Bresaola Festival 2014: 21-22 Giugno a Sondrio

Ecco gli errori più comuni a tavola, tutti da evitare. 

Cibi in estate, gli errori da evitare


Ingredienti

Preparazione

La bresaola: è leggera e nutriente, ma spesso si tende condirla con del succo di limone. Sbagliato visto che il limone tende a ossidarla, provocando un effetto ‘cotto’ sgradevole. Meglio condirla con un goccio di olio.

Insalata di riso: è leggera, ma dipende anche dal modo come viene preparata. Chiaramente una porzione di insalata di riso con prosciutto, emmenthal, piselli, olive, e molto altro non è leggerissima e rappresenta un vero e proprio piatto unico.

Tonno in scatola: non va mai cotto visto che è già stato cotto al momento della sterilizzazione prima del confezionamento. Va utilizzato a temperatura ambiente e aggiunto solo all’ultimo momento nei piatti senza cuocerlo.

La pasta fredda: per ottenere una cottura al dente, perfetta anche per il giorno dopo, non la si deve mai raffreddare sciacquandola sotto l’acqua o lasciandola scuocere in pentola. A due terzi della cottura deve essere scolata e sistemata in una ciotola, poi sigillata con pellicola trasparente che terminerà la cottura a secco e lasciandola al dente anche il giorno dopo.

Birra: bevuta gelata sembra essere ancora più rinfrescante, ma non è così visto che perde parte del suo bouquet aromatico. Deve essere servita alla temperatura indicata sulla confezione e con un paio di dita di schiuma che la rendono anche più digeribile.

photo credits |  thinkstock