Tè bollente, aumenta il rischio di cancro all’esofago

di Fabiana Commenta

Se non sapere resistere alle tazza di tè bollente, è forse il caso di rivedere le vostre abitudini. Sembra infatti che il , consumato ad alte temperature aumenti considerevolmente il rischio di cancro all’esofago e soprattutto in soggetti che fumano e che bevono alcolici.

tè, tè bollente

Lo confermerebbe, dati alla mano, uno studio cinese basato su un controllo uno termine di 450.000 persone riportato negli Annals of Internal Medicine.

Gli autori hanno seguito ben 456.155 soggetti di età compresa fra i 30 e 79 anni in media per 9,2 anni riuscendo a individuare un’associazione importante fra il consumo di tè caldo, l’alcol o il fumo e il rischio di cancro esofageo.

Lo studio ha dimostrato che, chi beveva tè bollente consumava anche molti alcolici e fumava, vedeva impennarsi pericolosamente il rischio di sviluppo di cancro esofageo: un rischio che era di cinque volte maggiore rispetto a quanti non mostravano nessuna di queste abitudini. Lo studio ha inoltre dimostrato senza il consumo eccessivo di alcool e di sigarette il consumo quotidiano di tè non poteva essere associato al rischio di cancro esofageo. Insomma se bere tè bollente non è del tutto consigliabile anche vero che è decisamente sconsigliato bere tè bollente per chi fuma o beve molti alcolici.

Lo studio è stato effettuato considerando il fatto che il tumore all’esofago è in netto aumento e presenta bassi tassi di sopravvivenza, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo e fra gli uomini, ma la Cina è tra i Paesi con la più alta incidenza di questa tipo di timore ragion per cui è stato anche indetto lo studio.

photo credits | instagram