Scaloppine di pollo ai funghi

 
Roberto
14 maggio 2008
1 commento

Gli affezionati di Ginger & Tomato ormai avranno capito che sono un appassionato delle scaloppine. In passato ho già proposto altre ricette per preparare questo particolare taglio di carne, ma oggi mi butto un po’ sul tradizionale.

Eh si , perché parlerò delle classiche scaloppine ai funghi, piatto molto comune in quasi tutte le nostre case. Ho apportato, però, qualche piccola variante, che mi fa piacere rivelarvi, per conoscere la vostra opinione.

Come prima cosa, anziché utilizzare le scaloppine di vitello ho pensato di cucinare le scaloppine di pollo, visto che per adesso non si tratta del pollo alla varechina che l’unione europea sta pensando di importare dagli USA, e in secondo luogo ho sperimentato una piccola macerazione che rende più gustosa la carne del pollo.


Scaloppine di pollo ai funghi (ingredienti per 4 persone)

Preparazione:
comincio con il rivelarvi un piccolo accorgimento che ho sperimentato da poco tempo ma che dà degli ottimi risultati. Prima di cuocere le scaloppine di pollo, massaggiatele leggermente con un po’ di sale e una lieve spolverata di pepe e mettetele ben stese su un piatto piano, evitando di sovrapporle, quindi versate un po’ del vino bianco sulla carne. Questa lieve macerazione farà insaporire le vostre scaloppine e vi faciliterà l’operazione di infarinatura.

Dopo circa 10- 15 minuti, finita la macerazione, scolate le scaloppine, conservando il liquido in eccesso, e infarinatele per bene da entrambi i lati, facendo pressione sulla carne per far aderire la farina.

Pulite i funghi, eliminando la parte inferiore del gambo, e sciacquandoli in acqua fresca per eliminare eventuali residui di terra. Asciugate i funghi con un panno da cucina e tagliateli a fettine non troppo sottili.

Ora sciogliete metà del burro in una padella a fuoco basso e fate rosolare lo spicchio d’aglio dopo averlo spellato. Dopo qualche minuto versate in padella i funghi ed alzate la fiamma per farli cuocere a fuoco vivo. Salate e pepate a vostro piacimento e dopo qualche istante di cottura versate il vino bianco che vi è rimasto ed il liquidi avanzato dalla macerazione delle scaloppine e fate sfumare il tutto.

Quando i funghi saranno ancora ben turgidi aggiungete l’altra metà del burro nella padella e le scaloppine di pollo e fatele colorire da entrambi i lati, se necessari aggiungete un po’ d’acqua per ultimare la cottura e per avere un po’ di sughetto di cottura.

A cottura ultimata, spegnete la fiamma e disponete le scaloppine sui piatti di portata, due fettine per ogni commensale, quindi cospargetele con il fondo di cottura e con i funghi e spolverate con il prezzemolo tritato. Vi consiglio di abbinare a questo piatto un purè di patate, che si insaporirà per bene con il sughetto dei funghi.

Articoli Correlati
Ricette secondi, Le Scaloppine di pollo ripiene

Ricette secondi, Le Scaloppine di pollo ripiene

Proprio qualche giorno fa, mi è venuta voglia di assaporare delle tenere e deliziose scaloppine. Avevo il desiderio di sedere in tavola e mangiare quelle piccole e sottili fettine di […]

Pollo con i funghi e riso

Pollo con i funghi e riso

Scaloppine di pollo ai funghi, pollo con i funghi ed i peperoni, crocchette di pollo ai funghi porcini … cosa hanno in comune tutte queste ricette? Una cosa fondamentale, l’abbinamento […]

Pollo con i funghi: ricetta di un piatto elegante e raffinato

Pollo con i funghi: ricetta di un piatto elegante e raffinato

Pollo immerso in un sugo ai champignon e peperoni, su di un letto di riso caldo, ecco cosa vi aspetta alla fine della preparazione di questo piatto e non spenderete […]

Cordon Bleu ai funghi, il petto di pollo dal cuore tenero

Cordon Bleu ai funghi, il petto di pollo dal cuore tenero

In alternativa alle, ormai, consuete scaloppine, vi propongo un’altra ricetta per cucina il petto di pollo. Ricordano un po’ i fagottini di pollo, ma questo piatto è più conosciuto e […]

Le scaloppine al limone

Le scaloppine al limone

Non è la priva volta che parliamo di scaloppine, ma visto che esistono tante ricette differenti per preparare questo taglio di carne, perché non approfittarne per conoscerne quante più è […]